IMPRONTA IDRICA

L'impronta idrica misura l'ammonare d'acqua utilizzato per produrre ogni bene e servizio che un'azienda forenisce. Può essere misurato per un singolo processo, come per esempio la coltivazione del riso, per un prodotto, come un paio di jeans, per il carburante utilizzato nei veicoli, o per l'intera azienda.

L'impronta idrica ci permette di rispondere ad un ampio insieme di domande che le aziende dovrebbero porsi , come:

  • Dove è maggiore la dipendenza dalle risorse idriche all'interno dei processi operativi della mia azienda o della catena di fornitura?
  • La mia azienda è a rischio a causa di problemi idrici che si verificano in altre parti del mondo?
  • Posso fare qualcosa per ridurre l'impronta idrica della mia azienda e aiutare a gestire l'acqua sia per le persone che per la natura?

L'impronta idrica pone l'attenzione sia sull'uso diretto che indiretto di un processo, prodotto,, azienda o settore e include il consumo e l'inquinamento idrico attraverso l'intero ciclo produttivo, dalla catena di produzione al consumatore finale.

Quindi, l'impronta idrica permette di comprendere dove le risporse idriche vengono maggiormente utilizzate e inquinate per produrre i materiali e i servizi che una determinata azienda acquista per portare a sua volta avanti il proprio business.

L'impronta idrica ha tre componenti: verde, blu e grigia.

Insieme, queste componenti forniscono un quadro complessivo dell'utilizzo idrico, individuando la fonte di provenienza dell’acqua consumata, sia come raccolta delle precipitazioni nel terreno (acqua verde) che come superficie/acque sotterranee e (acqua blu) e il volume di acqua dolce necessaria per l'assorbimento delle sostanze inquinanti (acqua grigia) quando, per esempio, si produce un prodotto da commercializzare nella propria impresa.

Misurando il volume e la fonte dell'acqua consumata per la produzione di un prodotto è possibile comprendere come l'acqua dolce venga utilizzata per la produzione, cioè quante unità di produzione sono state ottenute da ogni litro d'acqua utilizzata.

La misura dell'efficienza nell' utilizzo delle risorse può essere applicata sia all'ammontare d'acqua consumata, l'impronta idrica verde e blu e l'ammontare di capacità d'assimilazione utilizzata, l'impronta idrica grigia. Se si produce un prodotto con una minore impronta idrica grigia, si è esercitata una pressione minore sulle risorse d'acqua dolce e si è contrinbuito ad una minore degradazione della qualità dell'acqua.

Per maggiori informazioni sull'impronta idrica per favore visita http://waterfootprint.org/